Premessa doverosa…cosa si intende per felicità?
Utilizziamo quotidianamente il termine felicità ma raramente ci fermiamo a definirlo.
In modo analogo al senso comune, anche in psicologia non esiste una definizione univoca di felicità.
Il termine felicità viene comunemente utilizzato con tre accezioni: si è felici quando…
…si conduce una vita piacevole
…si conduce una vita impegnata
…si conduce una vita piena di significato.
La soddisfazione nasce dalla compresenza di questi tre elementi.

Possiamo aumentare il livello della nostra felicità?
Un gruppo di ricerca americano (Seligman et al., 2005) ha condotto una ricerca finalizzata a verificare l’efficacia di una serie di esercizi per aumentare la felicità e diminuire i vissuti depressivi.

Sono stati proposti complessivamente 6 esercizi:

  • Esercizio di controllo: scrivere ogni sera per una settimana i primi ricordi relativi alla giornata che venivano alla mente;
  • Esercizio “Lettera di ringraziamento”: scrivere una lettera di ringraziamento ad una persona che era stata particolarmente gentile ma non era stata adeguatamente ringraziata;
  • Esercizio “Tre cose belle”: scrivere ogni sera per una settimana tre cose belle accadute nell’arco della giornata giustificando il perché della scelta;
  • Esercizio “Al tuo meglio”: rievocare sottoforma di racconto un periodo della vita in cui si è stati al proprio meglio, rileggere una volta al giorno per una settimana riflettendo sui punti di forza propri di quel periodo;
  • Esercizio “Punti di forza”: riflettere sui propri punti di forza, selezionarne uno da utilizzare in modo nuovo ed originale;
  • Esercizio “Generalizzazione dei punti di forza”: riflettere sui propri punti di forza, selezionare i cinque che si ritengono più significativi ed utilizzarli più frequentemente possibile nell’arco della giornata.

Attraverso questionari ad hoc è stata valutata l’efficacia nel tempo degli esercizi:

  • I risultati più duraturi si sono ottenuti con gli esercizi “Tre cose belle” e “Punti di forza”, un significativo aumento della felicità e una diminuzione della depressione si sono osservati anche a sei mesi di distanza;
  • Effetti di minore entità, sino ad un mese, si sono ottenuti con l’esercizio “Lettera di ringraziamento”;
  • Effetti solo transitori per gli altri tre esercizi.

 

 

 

Ti piace ciò che scrivo? Condividi sui social. Grazie!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •