Il lavoro sulle emozioni è elemento fondamentale in un percorso terapeutico.
È importante per il terapeuta capire come il paziente le rappresenta, come le vive ed il ruolo che esse hanno giocato e giocano nella sua vita.

Come il paziente vive le emozioni?
È importante aiutare il paziente a stare nelle emozioni e non ad agirle immediatamente facilitando così il processo di condivisione.

è fondamentale lavorare sull’esperienza immediata, il che comporta il lavorare a differenti livelli.
Si rivela quindi utile un lavoro di autosservazione nel quale …
– dare un nome;
– definirne l’intensità e l’evento scatenante;
– ricostruire come il paziente interpreta una data emozione;
– approfondirne i correlati fisiologici e corporei, i pensieri associati, l’agito che ha generato ed eventuali effetti secondari.
Può essere utile per il paziente focalizzarsi soprattutto sui canali di espressione meno utilizzati in autonomia.

Emozioni nella vita del paziente
Aiutare il paziente a riflettere su e a definire il repertorio di emozioni che caratterizza il periodo attuale  da un lato e che ha caratterizzato l’intero arco di vita dall’altro. Stimolare riflessioni sulla tipologia di emozioni, sugli aspetti qualitativi (valenza delle emozioni) e quantitativi (intensità e frequenza), stimolare la definizione di configurazioni emozionali che possono essere elicitate da differenti persone o situazioni.

Ti piace ciò che scrivo? Condividi sui social. Grazie!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •